Ogni era porta in seno degli strumenti per il lavoro di milioni di soggetti. Così è stato, ad esempio, per i primi computer che ci hanno proiettato verso un futuro sempre più tecnologico. Lo è stato per il fax che, a suo tempo, ha rivoluzionato il modo di scambiare documenti tra privati e aziende. Lo stesso fax che oggi ci troviamo ad utilizzare sistematicamente attraverso l’utilizzo della rete tramite pc e smartphone.

Il fax ha cambiato pelle nel corso degli anni ed è diventato fruibile online. Tanti professionisti che lavorano in rete e con la rete ne usufruiscono mediate anche l’utilizzo di iPhone e iPad. Uno dei sistemi più utilizzati è, senza alcun dubbio, quello di eFax, servizio sviluppato sia per essere utilizzato tramite portale web che attraverso l’app specifica disponibile anche in App Store. eFax è un’app per iPhone e iPad completa ed efficace, e per utilizzarla non bisogna far altro che scaricarla sul nostro dispositivo iOS ed effettuare l’iscrizione al servizio.

Il suo successo è dimostrato dall’attuale versione che permette di trattare file pdf, screenshot del cellulare ed altri documenti come se si stesse in ufficio 24 ore su 24.

Il processo di setup è molto semplice per coloro che sono nuovi al servizio. È sufficiente inserire il proprio nome, l’indirizzo e-mail, il prefisso e il numero di telefono; in seguito, si seleziona la casella per l’accettazione del contratto e si conferma la registrazione. Digitando poi le proprie credenziali, si accede alla schermata iniziale che presenta cinque sezioni principali per: inviare un fax, visualizzare la posta in arrivo e le cartelle, creare una firma e scorrere i contatti.

Dopo aver effettuato l’accesso con le proprie credenziali, per mandare un fax attraverso l’app è necessario innanzitutto fare tap su “Invia Fax”, inserendo poi un numero di telefono nel campo dell’indirizzo e compilando in maniera opzionale altre informazioni utili. Efax per iOS permette agli utenti di allegare file memorizzati localmente e file memorizzati nel cloud di applicazioni come Dropbox, il che rappresenta senza dubbio un’aggiunta incredibilmente utile. C’è un limite nella size dei files di 10 MB, ed è possibile utilizzare i tipici files da ufficio, inclusi i documenti Word, le foto, i PDF e i file immagine (tra cui BMP, JPG e TIFF).

Per allegare file memorizzati sul dispositivo basta lanciare eFax e dirigersi su Allegati > File Browser, imbattendosi successivamente nella navigazione del menu ad albero per trovare il file che si desidera (stesso procedimento per le immagini). Allegare un file memorizzato in un servizio cloud richiede invece che si avvii l’applicazione di cloud storage, facendo tap sul file da inviare fino all’apertura di un menu dal quale si può selezionare “Invia”, e quindi toccare l’icona eFax. Il processo potrebbe sembrare macchinoso, ma diventa in realtà molto naturale.

Se siete alla ricerca di un’applicazione che vi consenta di inviare fax totalmente gratuiti eFax è sicuramente tra le più adatte. Soltanto un consiglio: per poter usufruire del servizio è necessaria l’iscrizione con l’inserimento dei dati (noi abbiamo utilizzato una semplice Postepay) per il pagamento dell’abbonamento che avviene al termine dei 30 giorni di prova gratuita. Se decidete di utilizzare il servizio durante soltanto la prova gratuita ricordate di contattare il servizio clienti per disdire in modo che non vi saranno addebitati costi dell’abbonamento (è di 15 euro al mese).