Oggi parliamo e conosciamo meglio un software di tutto rispetto nella sua ultima versione: andiamo ad esaminare più da vicino un programma che permette di effettuare backup dei tuoi dischi, in locale ed in cloud ed ulteriori funzioni aggiuntive nella versione 2018 che tratteremo in questo articolo. Stiamo parlando di Acronis True Image 2018!
Nella versione precedente, molti articoli online e recensioni parlavano di alcune funzionalità del software che mancavano, come la sincronizzazione continua dei backup e l’opzione di condivisione avanzata. L’edizione 2018 affronta alcuni di questi problemi ed estende la sua esperienza di backup online con una soluzione robusta e di facile utilizzo, per proteggere i file e guidare le immagini nel cloud.

PIATTAFORME SUPPORTATE E PREZZI

Acronis offre diverse configurazioni di True Image, in base a cosa offre, varia il costo.
Con un pagamento una tantum di € 49,99, si ottengono tutte le funzionalità di backup locali di Acronis, più protezione da ransomware, clonazione del disco e backup dei dispostivi mobili. Mentre, per l’opzione di abbonamento più economica, cioè quella di € 49,99 all’anno, include la stessa funzionalità di backup locale più 250 GB di spazio di archiviazione cloud online per un computer. Un’altra opzione può essere quella di  € 99,99 all’anno per un abbonamento Premium, che include 1 TB di spazio online per un computer. Questo piano include anche la certificazione blockchain e le caratteristiche di ASign. Puoi scegliere di effettuare l’upgrade di qualsiasi livello di iscrizione con più computer (fino a cinque per account), pagando un costo aggiuntivo. Il piano di base, ad esempio, va da € 79,99 per tre computer fino a € 129,99 per cinque. E’ presente comunque una prova gratuita di 30 giorni per testare il software prima di effettuare il pagamento.
Acronis True Image 2018 supporta tutte le versioni Windows dal 10 fino a Windows XP SP3 (32 bit). Funziona anche su macOS/OS X versioni fino a 10.10 e fino alla più recente High Sierra.

SETUP E CONFIGURAZIONE

Il file di setup è abbastanza grande, le sue dimensioni vanno oltre i 500 MB. Dopo aver terminato l’installazione del software, è necessario accettare il classico accordo di licenza (NB: Acronis si esonera dalla responsabilità per qualsiasi perdita di dati) e quindi accedere al proprio account Acronis (se avete effettuato un upgrade) o crearne uno nuovo. Inserire i dati richiesti, senza il bisogno di inserire un metodo di pagamento per la versione di prova di 30 giorni.

L’interfaccia di True Image è abbastanza semplice, con sette pulsanti lungo il menù a sinistra ed altri pulsanti più grandi, con le varie attività da poter eseguire. È uno dei software che ha una user experience molto interessante rispetto ad altri servizi, nonostante abbia molte funzionalità extra che non mettono l’utente in difficoltà. Il colore è sempre coerente rendendo il design visivamente più informativo. Sarebbe ideale, forse, aggiungere un’icona sul system tray dove si possano effettuare più operazioni direttamente dal menu e non aprendo ogni volta la finestra del programma.

OPZIONI DI BACKUP

Vediamo come impostare un backup su Acronis True Image: inizialmente è necessario scegliere se dobbiamo utilizzare l’intero disco, ovvero i file predefiniti oppure solo specifici file. Per selezionare un file o una cartella per il backup, basta selezionare una casella accanto ad essa o nella parte superiore del menu, per selezionare tutto nella vista corrente.
Poi dobbiamo scegliere la destinazione: l’opzione più ovvia è Acronis Cloud, ma puoi anche utilizzare tranquillamente un’unità esterna o una cartella locale.

Dopo aver effettuato queste due operazioni, basta semplicemente cliccare sul pulsante verde. Puoi eseguire il backup o ritardarlo fino a un momento prefissato. Dopo il caricamento iniziale, è possibile impostare le opzioni di backup in giornaliero, settimanale, mensile o continuo. E’ presente una opzione indicata come Continuous, cioè che il software rileva gli aggiornamenti ai file e li carica automaticamente. Questo processo funziona anche per i dati che hai aperti durante la modifica tramite un’applicazione.

Nelle opzioni avanzate è compresa la modifica del numero di versioni di file memorizzate (fino ad un massimo di 20 versioni), utilizzando la crittografia della password e l’impostazione della velocità di caricamento e dei livelli di priorità del sistema per l’operazione. È, inoltre, possibile indirizzare i backup verso uno dei nove data center situati in tutto il mondo.

ARCHIVIAZIONE E SINCRONIZZAZIONE

La scheda Archivio analizza le cartelle per i file non necessari e li scarica su un’unità esterna o su un archivio cloud. Puoi impostarlo per scorrere automaticamente i file o selezionare i file singolarmente. Inoltre, come già possibile nell’opzione di Backup, consente di crittografare i dati o scegliere quale centro dati utilizzare. Questi archivi sono accessibili tramite File Explorer o tramite l’interfaccia web.

C’è anche la sincronizzazione, che mantiene una cartella accessibile e aggiornata su tutti i dispositivi. Dall’applicazione desktop, la scheda Sincronizzazione consente di creare una cartella predefinita da utilizzare con Acronis Cloud o solo tra alcuni computer selezionati, con l’opzione di aggiungere la sincronizzazione cloud in un momento successivo. I file e le cartelle sono accessibili anche dall’interfaccia web e dalle app mobile.

ACTIVE PROTECTION

Un motivo per cui si potrebbe voler eseguire il backup del computer è nel caso in cui un ransomware lo renda inaccessibile. Tuttavia è possibile seguire il backup del ransomware stesso, cosa che non vorresti mai fare, ovviamente. La funzione di Active Protection utilizza regole euristiche per monitorare comportamenti sospetti che si verificano con tutti i tuoi file, non solo quelli presenti nel set di backup. Questa ultima versione 2018, include una dashboard di sicurezza in modo da poter tenere traccia delle minacce pure. Funziona tutto il tempo, come evidenziato da un’icona nella barra delle applicazioni. L’utilità residente monitora il tuo sistema per software di terze parti che tentano di crittografare i tuoi dati.

FUNZIONI AGGIUNTIVE

Acronis include inoltre delle funzioni aggiuntive, degli strumenti come Clone, che crea una copia del tuo disco per migrare su un altro PC; Try & Decid ti consente di installare in sicurezza software di cui non sei sicuro; e più strumenti per la pulizia e il ripristino del sistema. Parallels Access, un’opzione extra, ti consente di accedere al tuo PC da un dispositivo mobile remoto utilizzando il software Parallels. E, naturalmente, gli strumenti di protezione dei file in tempo reale, Notary e ASign vanno oltre le solite offerte di servizi di backup online. Novità di Acronis per l’edizione 2018 è la possibilità di eseguire il backup di un profilo Instagram, oltre che solo ad un profilo Facebook.

Per acquistare il software o scaricare la versione di prova visita il sito:
https://www.acronis.com/it-it/personal/computer-backup/